SOGNA il Cilento Quarterly

      Voce Della Diaspora Gioiese  e Cilentana!           

 

 

On line and Printed publication                                                     Anno 12—Estate 2012

www.gioi.com

 

L’articolo di Severino sull’ultimo numero di SOGNA IL CILENTO mi aveva particolarmente incuriosito stimolandomi a prendere parte, il 2 giugno, alla messa e processione con la ritrovata statua della Madonna del Monte di Novi Velia.

GIORNATA CILENTANA al MONASTERO HOLY FACE di Clifton in NEW JERSEY

Tommaso Cobellis

 

Text Box: Processione il 2 giugno, 2012 con Madonna e Palio.

Tommaso Cobellis al Holy Face Monastery

Con il giovane collega avvocato Patrizio O’Boyle, anima della manifestazione, entrai subito in sintonia. Sentire parlare da un Irlandese il dialetto del mio Cilento mi colpi in maniera straordinaria. Ho detto Irlandese perché il buon Patrizio, di sangue cilentano, ne ha veramente poco, ma devo riconoscere che quel poco è per davvero buono.

La madre, infatti, discendeva da una famiglia di San Mango di Sessa Cilento, ma era nata negli USA, come pure i genitori di lei. Cilentani di San Mango erano i nonni della madre di Patrizio, giunti negli Stati Uniti verso il 1885.

Con questi antenati è solo miracoloso che Patrizio abbia appreso e parli il nostro dialetto e sia devoto alla Madonna del Monte Gelbison.

Il primo giugno, in compagnia del caro Severino e di Patrizio, ho visitato il Monastero Holy Face, luogo dove il giorno dopo avremmo fatto festa.

 Il Monastero è veramente bello ma per i cilentani del New Jersey è splendido in quanto in esso fu edificata una cappellina, con all’interno uno splendido mosaico raffigurante la Madonna del Sacro Monte del Gelbison, contornata da una cornice ed altare di ottone. Ai lati della costruzione vi sono due finestre con vetrate raffiguranti la Sacra Vetta una e la Chiesa del Monte di Novi Velia. L’altra, dalla iscrizione su di una vetrata risulta che fu

Patrizio O’Boyle as Sinistra dirige la Processione

Text Box: Tommaso si avvicina alla cappellina col mosaico della Madonna al Holy Face Monastery in N.J.

edificata in memoria di un …stantino Russo, probabilmente Costantino Russo, mentre su quell’altra si legge solo il nome di Maria.

Sulla cornice, sotto il mosaico, è scritto ‘La Società di Jersey City di Maria Santissima del Sacro Monte di Novi Velia- Salerno dedica questo Santuario giugno 1971’

 Sopra una targa sul muro è scritto ’Donazione di cento dollari a favore della costruzione del santuario di Maria SS del Sacro Monte di Novi Velia’.

 Sulla stessa targa, più sotto, i nomi di Gennaro Todino, Remigio e C. Sena, Gabriele Todino, Francesco Tango e famiglia, Luigi Colao, Giuseppe E. Tornisciolo, Mr and Msr P. Romanelli. In fondo alla targa si legge ‘IN MEMORIA DEI SOCI FELICE MAROTTA E ANGELO TORNISCIOLO’.

Da notizie apprese negli USA, può ritenersi che la devozione alla Madonna del Monte Gelbison è patrimonio di tutti i discendenti degli immigrati dall’Antica Lucania ivi residenti che continuano i pellegrinaggi allo stesso modo come fanno con il nostro Santuario dove, è notorio, i pellegrini arrivano dalla Basilicata e dalla Calabria.

Anche al Monastero Holy Face di Clifton, dietro la Statua della Madonna ritrovata e comprata da Patrizio, non vi erano solo cilentani arrivati dalla California, dalla Pennsylvania, dal Connecticut, dalla Stato di New York, ma anche  figli e nipoti degli antichi lucani.

Io ho abbracciato tanti cilentani di Novi Velia, di Gioi, di San Mango, di Camella, di San Mauro, di Mandia eccetera, tutti entusiasti e desiderosi di ripetere la giornata.

Voglio comunicare ai lettori che ad Hazleton vi è una Chiesa intitolata alla Madonna del Monte, con statua che il 1904 i minatori cilentani fecero arrivare dall’Italia. Ogni anno, il 13, 14 e 15 di agosto, ad Hazleton, la grande comunità cilentana festeggia la Madonna del Monte con processione attraverso la città. Festeggiamenti con vendita anche di cibo ed articoli vari.

Il piccolo Santuario deve essere sistemato. Il Mosaico è troppo bello, opera di un artista, per andare perduto. Rimetterlo in sesto, certamente, lo faranno personalità cilentane come il Cav. Nazario Paragano ed il fratello; il Cav. Enzo Marmora, gli ingegneri Francesco Gargione e Severino D’Angelo e tanti altri.

Francesco      Gargione

Nazzario Paragano

Text Box: Severino D’Angelo con la Madonna nella chiesa di Sant’Anna a Newark, NJ
Text Box: Enzo Marmora nella cappellina della Madonna del Sacro Monte
al Holy Face Monastery

A Patrizio ‘O Boyle un vivo ringraziamento per quanto ha fatto e farà. Per il prossimo anno, caro Patrizio, per favore, organizza la festa di domenica. Vedrai che i partecipanti creeranno problemi di traffico, tanto saranno numerosi.

Text Box: A Patrizio ‘O Boyle un vivo ringraziamento per quanto ha fatto e farà. Per il prossimo anno, caro Patrizio, per favore, organizza la festa di domenica. Vedrai che i partecipanti creeranno problemi di traffico, tanto saranno numerosi.