SOGNA il Cilento Quarterly

      Voce Della Diaspora Gioiese  e Cilentana!           

 

 

On line and Printed publication                                                     Anno 12—Estate 2012

www.gioi.com

Archive of past

SOGNA Issues

 

 

Click below on the SOGNA issue and it will open in pdf format.

Archivio fascicoli SOGNA

Giù cliccate sul fascicolo desiderato di SOGNA e si aprirà nel formato pdf.

Cover Photo

Partecipazione Spettacolare!

2, giugno, 2012

Spectacular Turn-out!

June 2, 2012

From Cilento to New Jersey, Devotion to the Madonna del Sacro Monte has no Borders

Dal Cilento al New Jersey, la Devozione alla Madonna del Sacro Monte non Conosce Confini

We had expected 100 people, but in a beautiful, sunny Saturday, June 2nd in New Jersey, the Cilentani participation exceeded 200.

Click here for more

Ne aspettavamo un centinaio, ma Sabato, 2 giugno, una giornata splendida di sole nel New Jersey, la partecipazione dei Cilentani ha superato i 200.

Clicca qui per continuare

 

SOGNA PICNIC

We expected rain and the picnic was set up under the canopy. As the picture shows, June 2nd was no rainy day at the Holy Face Monastery in NJ.

Grazie Madonna!

 

Mille Grazie!!!

To all of you who came… And remember... this is only one of many similar future events celebrating the solidarity of the Cilentani in America.

Click here for more

SOGNA PICNIC

Aspettavamo la pioggia e il picnic fu organizzato al coperto, ma come si vede dalla foto, Sabato 2 Giugno al monastero Holy Face non ha piovuto.

Grazie Madonna!

 

Mille Grazie!!!

 a tutti voi partecipanti...e non dimenticate...questo è stato solo un evento tra tanti altri nel futuro durante i quali celebreremo la solidarietà dei Cilentani in America.

Clicca qui per continuare

Tommaso Cobellis visits the USA, participates in the Festa della Madonna del Monte and SOGNA Picnic in New Jersey, travels to New York and Pennsylvania to meet other Cilentani and to pray on the grave of his uncle buried in Pennsylvania.

 

 Click here to read about his visit’s impressions and comments.

Tommaso Cobellis viaggia agli Stati Uniti, partecipa alla festa della Madonna del Monte e Sogna Picnic nel New Jersey, va a New York e in Pennsylvania per incontrare altri Cilentani e meditare sulla tomba dello zio sepolto in Pennsylvania.

 

Clicca qui per leggere le sue impressioni e commenti sul viaggio.

Tommaso Cobellis returns to the USA

Tommaso Cobellis Ritorna negli Stati Uniti

NEWS BRIEFING and more by Enzo Marmora

NOTIZIE IN BREVE e di più-Enzo Marmora

¨ Ellis Island is in the process of being transformed into a more inclusive national Museum of immigration.  Click for more...

¨ The Joe Petrosino square near Manhattan’s little Italy named after the Padula (SA) born Joe Petrosino ( 1860 – 1909) has reopened after undergoing a total renovation. Click for more...

¨ Elvira Pagano, the still very lucid widow of Eugenio Pagano, celebrated her 100th birthday. Click for more...

¨ The hugely popular retrospective of the Padua born artist Maurizio Cattelan ended January 22 nd. Click for more...

¨ Francis Ford Coppola, the famous filmmaker and winemaker, has recently opened another of his hotels in Basilicata. Click for more...

¨ Ellis Island sta per essere trasformata in un importantissimo Museo Nazionale dell’emigrazione.

¨ La piazza situata vicino alla “ Little Italy “ di Manhattan dedicata a Joe Petrosino(1860 – 1909).

¨ Elvira Pagano, La lucidissima vedova del compianto Eugenio Pagano, ha celebrato il suo 100° compleanno.

¨ La popolarissima retrospettiva dell’artista padovano Maurizio Cattelan si è conclusa il 22 Gennaio.

¨ Francis Ford Coppola, il famoso regista e produttore di vino, ha recentemente inaugurato l’ultimo dei suoi hotels nel paese da dove suo nonno Agostino è emigrato per gli Stati Uniti

These two gorgeous twin girls seen below may not look it, but they are 25% Gioiese

Le due bellissime gemelline viste giù, non lo sembrano, ma sono il 25% Gioiese

FIONNA and PORTIA are the grand-daughters of Rosalba Fortunato who was born in Gioi and immigrated to the USA in 1954. Rosalba married Tom Robin and now goes by the name of Rose Robin. Rose's son, Jeff, and his wife, Maya are the parents of the two year old twins, Fionna and Portia. Maya is from Japan and the girls have dual citizenship, Amerian and Japanese.  The girls love gnocchi with pesto sauce and can't wait to someday visit their Nonna's hometown of Gioi."

FIONNA e PORTIA sono le nipotine di Rosalba Fortunato, nata a Gioi e immigrata negli Stati Uniti nel 1954. In America, Rosalba Sposò  Tom Robin e adesso usa il nome Rose Robin. Jeff, il figlio di Rose e Tom, e la moglie Maya sono I genitori delle gemelle di due anni. Maya è giapponese e cosi le bimbe hanno la doppia cittadinanza Americana e Giapponese. Volendo, potrebbero acquistare anche quella Italiana. Alle bimbe piacciono gli gnocchi con pesto e non possono aspettare di andare a Gioi, al paese nativo della nonna.  

BORGO SAN SEVERINO—A ghost town in the Cilento

BORGO SAN SEVERINO—Paese abbandonato nel Cilento

Ghost towns in the western United States, like Calico in the Mojave Desert in California, are usually abandoned mining towns, no longer in use. San Severino in the Cilento, is different. Nothing was ever mined at the top of the hill where the village was founded one thousand years ago. Like Gioi and other medieval hill towns in the Cilento, its inaccessibility was chosen to better defend itself against invaders. In the 20th century, during more peaceful times and without paved roads, the residents of San Severino, decided to move to a more accessible locations down the hill. The last resident of the hill-town was a woman who left or died in 1966. 

“Ghost towns” nell’ovest degli Stati Uniti, come Calico nel deserto in California, sono di solito paesi fondati in prossimità di una miniera e poi abbandonati quando le miniere non hanno prodotto più. San Severino invece fu fondata in cima ad una collina per proteggersi dagli invasori circa mille anni fa durante i tempi turbolenti medievali. Nel 20mo secolo, senza strade carreggiabili, i residenti del borgo decisero di trasferirsi in una zona più accessibile nella valle sottostante. L’ultima residente del borgo in montagna fu una donna che mori nel 1966. 

Links to past articles

Link ad articoli passati